Dare un'anima alla Missione

Uscire, incontrare, donarsi

Una Chiesa che presenta questi tre tratti – umiltà, disinteresse, beatitudine – è una Chiesa che sa riconoscere l’azione del Signore nel mondo, nella cultura, nella vita quotidiana della gente. L’ho detto più volte e lo ripeto ancora oggi a voi: «preferisco una Chiesa accidentata, ferita e sporca per essere uscita per le strade, piuttosto che una Chiesa malata per la chiusura e la comodità di aggrapparsi alle proprie sicurezze. Non voglio una Chiesa preoccupata di essere il centro e che finisce rinchiusa in un groviglio di ossessioni e procedimenti».
Ancora una volta Papa Francesco insiste, incoraggia, sprona, ma soprattutto agisce, testimonia, sceglie. Siamo in mezzo al guado e la prospettiva di uscirne accidentati, sporchi, feriti non è razionalmente allettante eppure - chissà perché - esercita un fascino e un’attrazione impensabili. La strada, l’aperto del mondo, i luoghi della vita sono gli scenari prediletti da Gesù per l’incontro con l’uomo di ogni tempo e di ogni luogo, il fascino e il desiderio nascono dalla prospettiva di realizzare oggi l’incontro con Lui. Da qui l’imperativo che contraddistingue la stagione ecclesiale che stiamo vivendo, una stagione problematica, feconda, inquieta, complessa: uscire!

NEWS

Schede di Formazione
Animazione -

Raccolta delle schede di formazione: strumenti che offrono spunti di riflessione, approfondimento, e proposte di preghiera personale o comunitaria.

Leggi di più

Dare un'anima
13/09/2016 | Animazione missionaria

Qualcosa di nuovo sta germinando, nel nascondimento, senza clamore, con qualche fatica: nei prossimi mesi l’equipe del Centro Missionario Diocesano proverà a mettersi al passo di alcune Unità Pastorali che stanno cercando di interpretare nell’oggi il Vangelo di sempre, parrocchie che sanno sognare una evangelizzazione molto meno “clericocentrica” e aperte ai doni che lo Spirito non fa mai mancare alla sua chiesa.

Leggi di più

© 2017 Diocesi di Brescia