ASCOLTARE

"Nei quattro decenni trascorsi, avete potuto approfondire, sperimentare e attuare un metodo di lavoro basato su tre attenzioni tra loro correlate e sinergiche: ascoltare, osservare, discernere, mettendolo al servizio della vostra missione: l’animazione caritativa dentro le comunità e nei territori. Si tratta di uno stile che rende possibile agire pastoralmente, ma anche perseguire un dialogo profondo e proficuo con i vari ambiti della vita ecclesiale, con le associazioni, i movimenti e con il variegato mondo del volontariato organizzato." [Benedetto XVI, 24 novembre 2011].

CENTRO DI ASCOLTO “PORTA APERTA”
Il Centro di ascolto “Porta Aperta” accoglie e ascolta persone in situazioni di disagio o difficoltà provenienti dall’intera Diocesi, assicura una prima risposta per i bisogni più urgenti, anche attraverso il costante coinvolgimento delle comunità parrocchiali e del territorio e dei diversi enti istituzionali o realtà in esso presenti. Con il mese di luglio 2013, Porta Aperta si traferisce presso i locali adiacenti alla Mensa E. Menni: ciò comporta una rilettura complessiva del “servizio” anche in termini organizzativi, ma soprattutto in termini di accoglienza e di ascolto delle persone in situazioni di grave disagio.
Nello specifico, il Centro di Ascolto “Porta Aperta” va sempre più configurandosi quale “snodo” di un sistema complesso e integrato di risposte: Mensa Menni, Rifugio Caritas, Emergenza freddo femminile e Housing sociale.
Il Centro di ascolto “Porta Aperta” si trova a Brescia in via Vittorio Emanuele II, 17, tel. 030 48977 int. 2, email: portaperta@caritasbrescia.it, orari di apertura: lunedì, mercoledì e giovedì dalle 10.00 alle 12.30.

COLLEGAMENTO DEI CENTRI DI ASCOLTO
Il Collegamento dei Centri di Ascolto, a cui afferiscono i centri di ascolto della diocesi di Brescia [n. 34 centri di ascolto partecipanti al Collegamento nel 2017], ha la finalità di condividere informazioni e linee comuni di intervento nel dare risposta ai bisogni delle persone che vi si rivolgono per chiedere aiuto.
L’esperienza di collegamento è favorita: dall'accompagnamento formativo; dal supporto operativo/consulenziale assicurato dal Centro di ascolto “Porta Aperta”; dall’utilizzo del software Sincro.

SEGRETARIATO SOCIALE IN CARCERE
Caritas Diocesana, insieme a Vol.Ca. (Volontariato Carcere), A.C.T. (Associazione Carcere e Territorio) e Garante dei Detenuti, in collaborazione con le direzioni delle carceri di Canton Mombello (ora "Nerio Fischione") e di Verziano, a partire dal novembre 2016 (anno giubilare della Misericordia) promuove un servizio di Segretariato Sociale presso i due istituti di pena bresciani. Nel 2017 a integrazione dell'esperienza, nell'ambito del Progetto Carcere 2017 - Fondo CEI 8X1000 viene avviato il progetto "eXtra carcere" finalizzato al sostegno alla detenzione domiciliare e al reinserimento lavorativo di ex carcerati, nonché alla sensibilizzazione della comunità locale.

© 2018 Diocesi di Brescia