Coronavirus

16 giugno 2022 – Aggiornamenti del Vicario Generale

Cari presbiteri, consacrati e famiglie, vi raggiungo per alcuni aggiornamenti in merito alla situazione sanitaria.

il Legislatore ha recentemente introdotto alcune modifiche alla normativa per il contrasto della pandemia da COVID-19.  All’inizio del periodo estivo il Governo ha allentato le misure di prevenzione.

Alla luce del nuovo quadro, ritengo opportuno condividere i seguenti consigli e suggerimenti:

  • è importante ribadire che non deve partecipare alle celebrazioni chi ha sintomi influenzali o chi è sottoposto a isolamento perché positivo al SARS-CoV-2;
  • in occasione delle celebrazioni non è obbligatorio ma raccomandato l’utilizzo delle mascherine;
  • si continui a osservare l’indicazione di igienizzare le mani all’ingresso dei luoghi di culto;
  • è possibile tornare nuovamente a usare l’acquasantiera;
  • è possibile svolgere le processioni offertoriali;
  • si raccomanda ai Ministri di indossare la mascherina e di igienizzare le mani prima di distribuire la Comunione;
  • è possibile mettere a disposizione dei fedeli i libretti per i canti e i fogli per le S. Messe;
  • nella celebrazione dei Battesimi, delle Cresime, delle Ordinazioni e dell’Unzione dei Malati si possono effettuare le unzioni senza l’ausilio di strumenti.

Contestualmente decade l’obbligo di indossare le mascherine al cinema, al teatro e negli eventi sportivi al chiuso (si veda per l’attività degli oratori https://oratori.brescia.it/disposizioni-e-aggiornamenti-covid-19/ ).

Il graduale ritorno “alla normalità” suggerisce di ribadire l’importanza della piena partecipazione all’Eucaristia domenicale, che non è sostituita – se non nelle situazioni di malattia o infermità – dalla visione della S. Messa attraverso dispositivi tecnologici, anche per non far venir meno la dimensione comunitaria. Per questo motivo si valuti l’opportunità di limitare l’uso dello streaming che resta una possibilità utile per chi, per motivi di salute, è impossibilitato a partecipare. Ricordo che le S. Messe non possono essere mandate in onda in differita. Non dimentichiamoci che per gli ammalati la Diocesi mette a disposizione (in televisione su Teletutto e su Supertv e sulla pagina Facebook del settimanale diocesano) la Santa Messa prefestiva delle 18.30.

Grazie ancora della vostra attenzione e collaborazione.

mons. Gaetano Fontana