APPUNTI PER UN ELOGIO DELLA CONDIZIONE DI FINITEZZA DELL’ESSERE UMANO.

di: R. Fornet Betancourt. CONCILIUM, rivista internazionale di teologia, n.3/2021. Editrice Queriniana, Brescia.

Sotto il nome generico di “postumanesimo” e/o “transumanesimo” si diramano oggi concetti di pensiero che pretendono di rappresentare nuovi processi che vanno oltre l’era umanista nel suo senso tradizionale. Senza l’intenzione di negare la novità della sfida costituita da tali posizioni per la comprensione dell’essere umano, come si evidenzia per esempio nell’applicazione di tecnologie ai fini del “miglioramento” del “materiale umano”, il presente articolo legge queste correnti in continuità con uno dei sogni più antichi dell’essere umano: raggiungere l’immortalità. In tale contesto, l’autore argomenta la propria tesi a sostegno della permanenza e rilevanza della condizione mortale dell’essere umano.