Incontri di formazione per Presbiteri, Diaconi e Consacrati

IL LIBRO DI GIONA
Giona, ‘tipo’ di Israele, di Gesù, della chiesa di oggi

Introduzione al Libro di Giona con interventi di Don Bernardino Capra

Autore e ambiente storico
La Bibbia parla di un profeta Giona, figlio di Amittài, vissuto al tempo di Geroboamo II, re d’Israele dal 787 al 747 a.C. (vedi 2Re 14,25). Tuttavia lo stile e il contenuto del nostro libro suggeriscono, secondo alcuni studiosi, una data di composizione successiva all’esilio babilonese. In quest’epoca gli Ebrei si trovano in stretto contatto con popolazioni pagane. Nel suo racconto didattico, l’autore, con uno stile un po’ ironico, presenta ai suoi connazionali il dramma spirituale che nasce dal contrasto tra le difficoltà e i dubbi di un profeta e Dio, il quale vuole la salvezza di ogni uomo perché è il Dio di tutti. L’esperienza vissuta dal profeta è simile a quella di ogni Ebreo e di ogni uomo chiamato da Dio a svolgere una missione.

Caratteristiche principali
Il libro di Giona è singolare rispetto agli altri libri profetici perché comunica il suo messaggio raccontando un episodio che ha come protagonista il profeta stesso. Giona, per ordine del Signore, dovrà recarsi a Ninive, capitale dell’Assiria, nazione nemica d’Israele. Là proclamerà il giudizio di Dio contro quella città. Ma Giona si rifiuta e fugge. Soltanto dopo una serie di eventi drammatici, tra cui quello, molto famoso, dei giorni passati nel ventre di un grande pesce, il profeta ubbidisce all’ordine di Dio. Gli abitanti di Ninive ascoltano il suo messaggio e rinunziano al loro comportamento malvagio. Allora il Signore non dà seguito alla sua condanna contro la città. A Giona, che non riesce a comprendere una cosa del genere, il Signore ricorda che, nel suo amore, egli vuole salvare tutti quelli che si pentono e si convertono, a qualunque popolo appartengano. Dio, che domina su tutto il creato, di fronte alla conversione degli uomini, mostra la sua bontà e li perdona.
Al racconto di Giona si è riferito Gesù per parlare della sua morte e risurrezione e proporre ai suoi contemporanei, come esempio, la conversione degli abitanti di Ninive (vedi Mt 12,38-42).

Gli incontri si terranno al Centro Pastorale Paolo VI

GIOVEDÌ 26 GENNAIO 2023 | ore 9.30
Giona disubbidisce al Signore (Giona 1,1-2,1)
Cfr Es 4,1-17: Mosè tenta di sottrarsi alla missione che Dio gli affida.

GIOVEDÌ 2 FEBBRAIO 2023 | ore 9.30
La preghiera di Giona (Giona 2,2-11)
Cfr sal 22(21); Is 52,13-53,12; Mt 27,45s; Mc 15,33s; Lc 23,34.43.46; Gv 28ss): il Servo del Signore provato ed esaltato.

GIOVEDÌ 9 FEBBRAIO 2023 | ore 9.30
Giona va a Ninive (Giona 3,1-10)
Cfr 2Sam 12,1-25: Davide si pente, Dio lo perdona e conferma le sue promesse.

GIOVEDÌ 2 MARZO 2023 | ore 9.30
L’ira di Giona e la benevolenza di Dio (Giona 4,1-11)
Cfr Lc 15,1-32; Atti 10,10,1-11,18): il Dio unico e di tutti, Dio ‘imparziale’ (Dt 10,17), ‘che non fa differenze di persone’ (Atti 10,34), che vuole tutti salvi, ‘scandalizza’, disorienta gli osservanti, e fa’ una ‘cosa nuova’: la Chiesa, vocazione dell’umanità, umanità riconciliata, sacramento di unità del genere umano: … ‘semper reformanda’.

 

È APPENA L’AURORA
I primi decenni del periodo post-conciliare

Con interventi di don Livio Rota

Da alcuni anni è in atto un ripensamento della formazione teologica e umana dei futuri presbiteri per evitare generazioni senza memoria e senza storia. è necessario restituire alle sacre scritture la loro centralità nella formazione teologica per evitare l’equivoco che la Scrittura diventi funzionale alla teologia e sua prova di conforto. Accanto a questo è poi la storia generale, prima ancora di quella della Chiesa ad essere presa sempre più in considerazione, con particolare riguardo per quella del XX secolo. Tale “rivoluzione culturale” è urgente e necessaria anche per una vera e strutturata formazione permanente.

Presso il Centro Pastorale Paolo VI

GIOVEDÌ 26 GENNAIO 2023 | ore 9.30
Paolo VI e le tensioni del post-concilio

GIOVEDÌ 2 FEBBRAIO 2023 | ore 9.30
Giovanni Paolo II tra centro e periferia

GIOVEDÌ 9 FEBBRAIO 2023 | ore 9.30
Benedetto XVI: missione incompiuta?

GIOVEDÌ 2 MARZO 2023 | ore 9.30
60 anni dopo: bilanci e prospettive del Vaticano II

 

Iscrizione 20 € escluso pranzo (10 € previa iscrizione) in Segreteria Generale (chiarazanoni@diocesi.brescia.it 0303722253).