8×1000

DECRETO per la DESTINAZIONE SOMME C.E.I. (OTTO PER MILLE) – ANNO 2020

  • vista la determinazione approvata dalla XL V Assemblea generale della Conferenza Episcopale Italiana (Collevalenza 9-12 novembre 1998);
  • considerati i criteri programmatici ai quali intende ispirarsi nell’anno pastorale 2020 per l’utilizzo delle somme derivanti dall’otto per mille dell’IRPEF;
  • tenuta presente la programmazione diocesana riguardante nel corrente anno priorità pastorali e urgenze di solidarietà;
  • sentiti, per quanto di rispettiva competenza, l’incaricato del Servizio diocesano per la promozione del sostegno economico alla Chiesa Cattolica e il direttore della Caritas diocesana;
  • udito il parere del Consiglio diocesano per gli Affari Economici e del Collegio dei Consultori;

DISPONE

I. Le somme derivanti dall’otto per mille dell’IRPEF ex art. 47 della legge 222/1985 ricevute nell’anno 2020 dalla Conferenza Episcopale Italiana “Per esigenze di culto e pastorale” sono così assegnate:

Esercizio del culto:

  1. Arredi sacri e beni strumentali per la liturgia € 5.000,00
  2. Promozione e rinnovamento delle forme di pietà popolare € 10.000,00
  3. Formazione Operatori Liturgici € 112.000,00

Cura delle anime:

  1. Curia diocesana e attività pastorali diocesane e parrocchiali € 1.288.480,23
  2. Tribunale ecclesiastico diocesano € 10.000,00
  3. Mezzi di comunicazione sociale a finalità pastorale € 200.000,00
  4. Formazione teologico pastorale del popolo di Dio € 30.000,00

Catechesi ed educazione cristiana:

  1. Oratori e patronati per ragazzi e giovani € 60.000,00
  2. Iniziative di cultura religiosa € 135.000,00

II. Le somme derivanti dall’otto per mille dell’IRPEF ex art. 47 della legge 222/1985 ricevute nell’anno 2020 dalla Conferenza Episcopale Italiana “Per interventi caritativi” sono così assegnate:

Distribuzione di aiuti a singole persone bisognose:

  1. Da parte della diocesi € 150.000,00
  2. Da parte di enti ecclesiastici € 320.000,00

Distribuzione di aiuti non immediati a persone bisognose

  1. Da parte della Diocesi € 582.878,21

Opere caritative diocesane:

  1. In favore di immigrati, rifugiati e richiedenti asilo – direttamente dall’ente Diocesi € 160.000,00
  2. In favore di vittime della pratica usuraia – direttamente dall’ente diocesi € 15.000,00
  3. In favore del clero: anziano/malato/in condizioni di necessità – direttamente dell’ente Diocesi € 50.000,00

Opere caritative parrocchiali:

  1. In favore di famiglie particolarmente disagiate € 98.000,00

Opere caritative di altri enti ecclesiastici:

  1. Opere caritative di altri enti ecclesiastici € 385.000,00

 

Le disposizioni del presente provvedimento saranno trasmesse alla Segreteria Generale della Conferenza Episcopale Italiana attraverso i prospetti di rendicontazione predisposti secondo le indicazioni date dalla Presidenza C.E.I.

 

Decreto 8×1000 anno 2020