Archivi della categoria: Ufficio Comunicazioni

Il DL del 24 novembre 2021 aggiorna le misure poste in atto per il contenimento della diffusione del Covid-19, in una logica di maggiore prudenza. Entrerà in vigore (nelle sue parti principali) dal 6 dicembre p.v. e rimane in vigore fino al 15 gennaio 2022.

In occasione del periodo di Avvento-Natale ricapitoliamo le questioni principali che riguardano la vita delle nostre Parrocchie, ricordando che alcune attività, oltre alle consuete attenzioni relative a mascherine e distanziamento, sono soggette all’esibizione di “certificato verde” (Green Pass), o “certificato verde rafforzato” (Super Green Pass) per coloro che partecipano e le organizzano. La distinzione tra i due certificati è disponibile in un’apposita scheda specifica.

  • I ministri ordinati, responsabilmente vincolati dal Vescovo alla vaccinazione, sono obbligati a trovarsi in una delle tre condizioni necessarie per ottenere un “Green pass” in corso di validità nel momento in cui visitano gli ammalati o tengono incontri di catechismo o prendono parte ad altre attività educative gestite dalla Parrocchia.
CELEBRAZIONI LITURGICHE e AMMINISTRAZIONE SACRAMENTI
  • S. Messe e Funerali: i fedeli potranno partecipare nelle chiese alla S. Messa, alla celebrazione dei sacramenti, ai funerali, ai rosari, alle celebrazioni penitenziali e di preghiera. Venga mantenuto il controllo degli accessi e la sanificazione delle mani come da prassi consolidata. Continua la regolare igienizzazione degli oggetti e dei luoghi dopo ogni celebrazione.
  • Capienza luoghi di culto per le celebrazioni religiose: resta il distanziamento a un metro e l’obbligo della mascherina. I congiunti possono stare vicini. Non è consentito richiedere la certificazione verde ai fedeli per derogare le distanze previste dal Protocollo.
  • Le veglie funebri nelle abitazioni e nelle case del commiato possono essere svolte mantenendo tutte le precauzioni circa il distanziamento, l’uso delle mascherine e la sanificazione. I locali dove avviene la veglia devono essere ben arieggiati.
  • Il sacramento della Riconciliazione: i preti continuino a prestarsi per questo, mettendo in atto le debite precauzioni (spazi ampi e arieggiati, riservatezza, distanza e utilizzo della mascherina per il penitente e il confessore). L’uso dei confessionali va valutato con attenzione tenuto conto dell’ampiezza e del ricambio dell’aria. È buona cosa porre una barriera in plexiglass tra il ministro e il penitente.
  • Coro: possono svolgere il servizio di coristi e cantori coloro che sono in possesso di “Green Pass” in corso di validità. Indipendentemente dal numero, dovranno mantenere una distanza interpersonale di almeno 1 metro lateralmente e almeno 2 metri tra le eventuali file del coro, dagli altri soggetti presenti e dall’assemblea liturgica (le distanze possono essere ridotte ricorrendo a barriere fisiche, anche mobili, adeguate a prevenire il contagio tramite droplet). La mascherina dovrà essere indossata durante la celebrazione ma potrà essere tolta durante il canto. Si raccomanda di tenere un registro delle presenze dei cantori sia per le prove che per le celebrazioni.
VISITE, BENEDIZIONI E SEGNI DEL PERIODO DI AVVENTO-NATALE
  • La visita agli ammalati da parte di consacrati e dei ministri straordinari della comunione potrà essere effettuata solo con “Certificato Verde” in corso di validità. Si manterrà l’attenzione alle consuete norme di sicurezza: igienizzazione delle mani; comunione sulla mano (salvo eccezioni dettate dalle condizioni di salute del malato), nella stanza ci siano meno persone possibili e tutti indossino sempre la mascherina. Per amministrare il sacramento dell’unzione dei malati si usi un batuffolo di cotone. La visita ai fedeli in pericolo di morte in circostanze di urgenza, qualora non fosse possibile ottemperare a quanto stabilito, è comunque consentita.
  • Visita alle famiglie e benedizione: si raccomandano tutte le precauzioni relative allo stato di salute, all’igiene delle mani, all’uso della mascherina e al distanziamento. È bene che la visita sia effettuata dal Parroco e/o da stretti collaboratori (massimo 2/3 persone).
  • Processioni: possibili informando che i partecipanti devono non avere sintomi influenzali, temperatura superiore ai 37,5 ° e debbono mantenere distanza interpersonale di 1 metro. È raccomandato l’uso della mascherina.
  • Presepi, presepi viventi: possibili avendo cura di organizzare le visite con opportuna cartellonistica informativa, adeguato distanziamento ed uso di mascherine.
  • Musica sacra o recital natalizi: per ciò che non attiene l’ambito strettamente liturgico è necessario l’accesso (anche se all’interno di Chiese) con “Certificato Verde rafforzato”. Se nei teatri è possibile la “piena capienza”, nelle chiese si avrà cura di predisporre e indicare un numero massimo di presenze, mantenendo il metro di distanza tra i partecipanti.
  • Bacio a reliquie o a “Gesù Bambino”: non possibile.
  • Feste, sagre e mercatini natalizi: è possibile prevedere sagre o fiere anche con somministrazione di alimenti e bevande. All’accesso sarà richiesto il “Certificato Verde”, in varie postazioni devono essere disponibili dispenser igienizzanti e adeguata cartellonistica informativa. Deve essere identificato un numero massimo di presenze in relazione alle dimensioni dell’ambiente. È necessario evitare assembramenti, il servizio di somministrazione di alimenti e bevande avviene solo per coloro che sono seduti ai tavoli (con il limite 6 persone), per coloro che sono in possesso di Certificato Verde Rafforzato. Tutti i partecipanti saranno dotati di mascherina e manterranno la distanza interpersonale di un metro. Non sono consentiti balli.
ALTRE ATTIVITÀ PARROCCHIALI E ORATORIANE
  • Incontri del clero: possibili con le opportune precauzioni (distanze, igienizzazione, mascherina…) Si sconsiglia la consumazione di pasti in comune per evitare eventuali quarantene.
  • Educatori, catechisti, operatori pastorali: (ad eccezione di coloro che ne sono esentati «in quanto in possesso di idonea certificazione medica») per prestare il proprio servizio educativo devono trovarsi in una delle condizioni che permettono di possedere il “Certificato Verde” in corso di validità. Qualora l’attività organizzata preveda il controllo del “Certificato Verde Rafforzato” anche i volontari e gli operatori sono tenuti ad essere nelle stesse condizioni dei partecipanti.
  • Centri di ascolto: possibili, senza necessità di Certificato Verde. Se possibile, è meglio evitare le abitazioni private, in ogni caso si mantengano uso delle mascherine, distanziamento, igiene delle mani e arieggiatura degli ambienti. Si evitino pasti comuni.
  • Catechesi, riunioni e incontri: le riunioni e gli incontri possono essere effettuati. I corsi di formazione sono possibili anche in presenza. Si raccomanda attenzione alle situazioni di accesso e uscita di ragazzi e adulti. Si tenga traccia dei presenti come indicato nel “Protocollo aule”) Per congressi e convegni è possibile l’accesso solo per coloro che sono muniti di “Certificato Verde”.
  • Apertura dell’oratorio: sono possibili l’apertura del cortile (con adeguata custodia) e l’accesso per incontri o riunioni definite, come da indicazioni riportate (protocollo Cortile aggiornato).
  • Bar dell’oratorio: l’attività di somministrazione del bar (ed eventualmente di ristorazione) è consentita all’aperto e al chiuso con consumo al tavolo e previa richiesta di “Certificazione Verde Rafforzata” (si veda protocollo bar per le modalità di organizzazione della somministrazione di alimenti e bevande). L’accesso alla sala giochi per i ragazzi sopra i 12 anni è subordinato all’esibizione del “Certificato Verde” mantenendo mascherine e regole di distanziamento.
  • Pasti in oratorio: Sconsigliati. È richiesto il “Certificato Verde rafforzato”. Si organizzi la sala in modo che siano presenti massimo 6 persone per tavolo e sia garantito il distanziamento.
    Un’eventuale “Cena di Capodanno” è da gestire con grande attenzione, nella logica sopra indicata, evitando balli e occasioni di assembramento.
  • Attività educativa per minori: può essere svolta per tutti i minori (bambini, ragazzi, adolescenti) anche in forma di laboratori, nella logica del distanziamento, tenendo traccia dei presenti, organizzando piccoli gruppi e secondo i protocolli già in essere, privilegiando se possibile gli spazi all’aperto (si veda protocollo aule).
  • Attività sportiva: nel rispetto delle linee guida vigenti, è consentito lo svolgimento all’aperto di qualsiasi attività sportiva anche di squadra e di contatto. L’attività sportiva in luoghi chiusi (allenamenti o partite) è possibile mostrando il “Certificato Verde” all’accesso, il “Certificato Verde” è necessario per l’uso degli spogliatoi (anche per gli sport all’aperto); la partecipazione del pubblico a manifestazioni sportive è limitata ai soggetti muniti di Certificazione Verde Rafforzata; la capienza consentita in zona bianca, gialla o arancione non può essere superiore al 75 per cento di quella massima autorizzata all’aperto e al 60 per cento al chiuso. (si veda il “Protocollo Impianti sportivi” aggiornato).
  • Attività teatrale, cinematografica e spettacolare: la partecipazione a spettacoli aperti al pubblico in sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche, locali di intrattenimento e musica dal vivo e in altri locali o spazi anche all’aperto, è possibile esclusivamente con posti a sedere, previa verifica del “Certificato Verde rafforzato” da parte degli organizzatori. Le attività devono svolgersi nel rispetto delle linee guida vigenti (è possibile l’utilizzo a piena capienza della sala in zona bianca) compreso il divieto di vendita di cibo e bevande, anche tramite distributori automatici, e di consumazione di cibo in sala e nei punti di ristoro interni alla struttura. Restano sospesi gli spettacoli aperti al pubblico quando non è possibile assicurare il rispetto delle condizioni riportate qui sopra.
  • Concessione di spazi: possibile la concessione di stanze per riunioni ed incontri, si sconsiglia la concessione per feste private. Si chieda di compilare a chi utilizza la sala un documento di presa di responsabilità (disponibile sul sito da scaricare).
USCITE
  • Gite: possibili nel rispetto delle norme sugli spostamenti. Si raccomanda di verificare precedentemente alla gita le situazioni che necessitano di Certificato Verde o di Certificato Verde rafforzato (ingressi a musei o mostre, pranzo insieme, etc.)
  • Utilizzo di Pullman o mezzi di trasporto: è possibile con Certificato Verde per i ragazzi sopra i 12 anni. In caso la zona di partenza o di arrivo sia “arancione” per poter effettuare il viaggio è necessario il “Certificato Verde rafforzato”.
  • Attività residenziali per ragazzi e adolescenti durante il periodo scolastico (convivenze, vite comuni, etc.): fortemente sconsigliate.
  • Campi invernali:
    possibili per ragazzi sopra i 12 anni solo con “Certificato Verde rafforzato”. È caldamente consigliata l’effettuazione di un tampone entro le 48 ore prima della partenza;
    possibile per i minori sotto i 12 anni solo con tampone negativo effettuato 48 ore prima della partenza.

È opportuno accertarsi che gli alloggi abbiano posto in essere tutte le misure necessarie per garantire un soggiorno in sicurezza.

don Gaetano Fontana
Vicario Generale


Giornata Mondiale nel Ricordo delle Vittime della Strada

Intenzione di preghiera per domenica 21 novembre

La terza domenica di novembre (il 21) ricorre la Giornata Mondiale ONU del Ricordo delle Vittime della Strada sorta per volontà della FEVR (Federazione Europea delle Vittime della Strada) di cui l’Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada fa parte. Anche Brescia commemora questa ricorrenza che miete tanta sofferenza tra le famiglie. Il vescovo, mons. Pierantonio Tremolada, in comunione con l’Associazione Italiana Familiari e Vittime … Continua a leggere »

IV Novembre: le campane di Brescia risuonano per la pace

il Vescovo invita tutte le parrocchie della Diocesi a suonare all’unisono le campane il 4 novembre alle ore 18

Sono trascorsi 100 anni dalla tumulazione della salma del Milite Ignoto all’Altare della Patria di Roma: era il 4 novembre del 1921. In quella data, alle 11.30, il card. Achille Ratti, arcivescovo di Milano, fece suonare “a gloria” tutte le campane di Milano, aderendo alla richiesta della Federazione Combattenti e Reduci di Milano. Il Milite Ignoto è un soldato italiano senza nome, scelto da una … Continua a leggere »

Beatificazione di suor Lucia Ripamonti

Appuntamenti per la beatificazione di suor Lucia Ripamonti, organizzati dalle Ancelle della Carità e dalla Diocesi di Brescia: Sabato 16 ottobre 2021 alle ore 20.30 nel Salone Ferramola (via Moretto 16 a Brescia) – Elevazione spirituale in preparazione alla beatificazione Venerdì 22 ottobre alle ore 20.30 nella basilica di S. Maria delle Grazie – Preghiera “Ora decima” nella vigilia della beatificazione Sabato 23 ottobre alle … Continua a leggere »

Presentazione della Lettera Pastorale sul territorio

In distribuzione presso l’Emporio del Centro Oratori Bresciani, la Lettera pastorale del Vescovo Pierantonio per l’anno 2021-22 verrà presentata in sei serate in vari luoghi della Diocesi. Ogni incontro affronterà una tematica specifica presente nella Lettera e sarà rivolto in particolare ad alcuni gruppi. Giovedì 2 settembre alle ore 20.45 all’oratorio di Lograto durante la festa de “La Voce del Popolo”. Oltre al Vescovo interverranno … Continua a leggere »

Coronavirus

Aggiornamento Green Pass

Cari presbiteri, consacrati e famiglie, I Vescovi Lombardi, riuniti il 15 e il 16 settembre a Caravaggio per la Conferenza Episcopale Lombarda, visto il contesto sanitario che stiamo vivendo, ci esortano con queste parole: “Quello che vogliamo è che nessuno sia un pericolo per le persone fragili negli ambienti ecclesiali, anzi dobbiamo essere fonte di gioia!”. Accogliendo questo invito intendiamo proseguire l’attività pastorale nel rispetto … Continua a leggere »