Archivi della categoria: Immagine

Quattro incontri online con Sr. Grazia Papola, il sabato mattina a partire da sabato 20 gennaio 2024. Rivedi qui gli incontri:

 

Sabato 20 gennaio, Chiamate alla libertà

 

 

Sabato 27 gennaio, Abitare il tempo

 

 

Sabato 3 febbraio, Fragilità e limite come segni di umanità

 

Torna anche quest’anno il Corso per l’Ecumenismo, giunto alla sua 17° edizione.

Un appuntamento rivolto a laici, sacerdoti, religiosi e religiose, membri dei consigli pastorali delle nostre comunità e insegnanti di religione, che desidera offrire una occasione di formazione e di conoscenza del mondo cristiano con una attenzione ecumenica. Quest’anno sarà il mondo dell’Ortodossia al centro della riflessione, in un tempo in cui, a causa del conflitto in corso, ha portato all’attenzione di molti il vissuto e la storia della chiesa Ortodossa nell’est Europa. Il corso permette di approfondire la storia in cui la tradizione bizantina è cresciuta, soprattutto in relazione anche al rapporto con le autorità civili. Molte situazioni dei nostri giorni trovano la loro spiegazione nella storia vissuta e nelle tradizioni cristiane di altre chiese.

In un tempo in cui l’orizzonte dell’Intercultura è sempre più importante anche per le nostre comunità e in un tempo in cui sul nostro territorio sono presenti molti fratelli e sorelle cristiani ortodossi e cristiani cattolici di rito bizantino, è sempre più importante anche per noi conoscere per saper capire e valorizzare queste loro presenze.

Il termine delle iscrizioni è il 19 Febbraio 2024, telefonando al numero 0303722350 o scrivendo a ecumenismo@diocesi.brescia.it

Ascolta l’intervista a don Claudio zanardini:


La Lanterna della Pace percorrerà durante la quaresima tutte infermerie delle famiglie Religiose, per una sosta orante: un tempo forte di preghiera, insieme, per invocare il dono della Pace.

Proporremo uno schema di Preghiera per la Pace, che è urgente intensificare in questo momento storico, spronati anche da Papa Francesco. “Signore, donaci Tu la pace. Insegnaci Tu la pace, guidaci Tu verso la pace. Tieni accesa in noi la fiamma della speranza per compiere con paziente perseveranza scelte di dialogo e di riconciliazione, perché vinca finalmente la pace!”.

Le comunità, se lo ritengono  opportuno, possono invitare amici, conoscenti, collaboratori, perché il grido di invocazione si intensifichi.

Questo è l’itinerario della Lanterna della Pace:

  • il 15 e il 16 febbraio dalle Suore Dorotee di Cemmo a Capo di Ponte;
  • il 17 e 18 febbraio dalle Figlie di Sant’Angela a Marone;
  • il 19 e 20 febbraio dalle Madri Canossiane a Iseo;
  • il 21 e 22 febbraio dalle Suore Orsoline Unione Romana a Capriolo;
  • dal 23 al 25 febbraio dalle Suore Dorotee di Cemmo in via Sant’Emiliano;
  • il 26 e il 27 febbraio dalle Suore Maestre di Santa Dorotea a Brescia in via Torricella;
  • il 28 e il 29 febbraio dalle Suore Maestre di Santa Dorotea a Brescia in via Filzi;
  • l’1 e il 2 marzo dalla Madri Canossiane a Mompiano;
  • dal 3 al 5 marzo dalle Suore Ancelle della Carità a Brescia in via Schivardi;
  • il 6 e 7 marzo al Monastero della Visitazione a Brescia in via Costalunga;
  • l’8 e il 9 marzo dai Padri Comboniani in viale Venezia;
  • dal 10 al 12 marzo dalle Suore Ancelle della Carità in via Benacense;
  • il 13 e il 14 marzo dai Padri Piamartini a Brescia in via Ferri;
  • il 15 e il 16 marzo dalle Suore Mariste di Brescia in via San Polo;
  • dal 17 al 19 marzo dalle Suore Operaie della Santa Casa di Nazareth a Botticino Sera;
  • il 20 e 21 marzo dalle Suore Umili Serve del Signore di Gavardo;
  • il 22 e 23 marzo al monastero della Visitazione di Salò.

 

FOTOGALLERY
Mattinata d’arte e spiritualità per ministri ordinati

Obiettivo
Si vuole mostrare uno stile che desidereremmo che le nostre comunità facessero proprio, permettere ai presbiteri di godere di un incontro che aiuti a vivere le nostre chiese come spazi e tempi belli dell’incontro con Dio. Per questo, si vogliono valorizzare tutte le dimensioni del bello (artistica, culturale, musicale, orante) come modalità di vivere la spiritualità.

Gli incontri, coordinati e guidati da don Raffaele Maiolini e don Giuseppe Fusari, prevedono sempre anche intermezzi musicali dal vivo.

Modalità
Un ciclo pittorico (che identifica un preciso tema) di una delle chiese di ciascuna delle quattro macrozone.

Scansione

  • 09.45: accoglienza
  • 10.00: introduzione e presentazione a cura di don Giuseppe Fusari (con videoproiezione)[1]
  • 10.30: intermezzo musicale a cura di diversi artisti (vedi sotto)
  • 10.40: visita guidata a cura di don Giuseppe Fusari
  • 11.10: intermezzo musicale a cura di diversi artisti
  • 11.30: momento di preghiera a cura di don Raffaele Maiolini
  • 12.00: conclusione

Quando (giorno)
O il 1° o il 4° giovedì del mese, cioè quelli non occupati da ritiri e congreghe (per dare la possibilità a tutti, non solo a quelli della Zona di convenire). Ogni Zona potrebbe decidere di sostituire la congrega con questo incontro.

Dove e quando (mese)

5 ottobre: specialmente per i ministri ordinati delle zone pastorali dalla I alla VII, nella Chiesa di santa Maria della Neve di Pisogne

  • Girolamo Romanino, Ciclo della passione di Cristo
  • Intermezzi musicali di Amos Bono (violoncello)

2 maggio: specialmente per i ministri ordinati delle zone pastorali dalla VIII alla XIV, nella Chiesa parrocchiale di Chiari

  • Giovanni Mauro della Rovere, Ciclo dei santi Faustino e Giovita
  • Intermezzi musicali di Francesco Botti (organo)
29 febbraio: specialmente per i ministri ordinati delle zone pastorali dalla XV alla XXII, nella Basilica di Verolanuova
  • Andrea Celesti, Ciclo della vita di Cristo (e storie di san Pietro)
  • Intermezzi musicali di Francesco Botti (organo)

A seguire un pranzo conviviale.
Sia per l’evento che per il pranzo è necessaria la prenotazione, inviare e-mail a prenotazione@diocesi.brescia.it indicando nome e cognome specificando a quale evento si desidera partecipare o chiamare in segreteria generale tel. 030 37 22 253

Si chiede la cortesia di iscriversi inviando una e-mail a prenotazione@diocesi.brescia.it indicando nome e cognome specificando a quale evento si desidera partecipare

Al Santuario di Valverde di Rezzato mercoledì 7 febbraio 2024.

Programma:

  • ore 9 – Accoglienza;
  • ore 9.30 – Meditazione;
  • segue – Adorazione con possibilità di confessione;
  • ore 11.30 – S. Messa;
  • ore 12.30 – Pranzo;
  • ore 14 – Introduzione al Cammino del cuore;
  • segue – Condivisione e rosario.

Il totem-segno accompagna visivamente il cammino della Quaresima nelle nostra comunità.

  • Ogni domenica stamperemo il disegno (in A3) che riporta l’immagine tratta dal Vangelo.
  • Man mano il cammino prosegue si creerà una vetrata e comprenderemo che è solo la Croce in grado di dare le coordinate del cammino della conversione.
  • La domenica di Pasqua stamperemo la croce fiorita che sostituirà la vetrata della quaresima: è la stessa croce che nella luce della Pasqua, diventa l’albero della vita, offrendoci il frutto della nostra salvezza.

Prenota il totem compilando il form qui sotto entro il 2 febbraio 2024.

Il totem è un pannello sagomato con base 130cm e altezza 200cm in materiale Pvc con spessore 19mm provvisto di due piedistalli. Il costo del totem e relative immagini è di € 90,00.

Si potrà pagare in anticipo tramite bonifico bancario o in contanti al momento della consegna.

Il pannello si potrà ritirare presso l’Ufficio per le Missioni della Diocesi di Brescia a seguito di una nostra comunicazione telefonica (0303722350) o via mail a missioni@diocesi.brescia.it. Le immagini e le scritte che compongono il totem verranno consegnate al momento del ritiro. Prenota il totem compilando il form qui sotto entro il 2 febbraio 2024.

 

È possibile riutilizzare il totem dello scorso anno! Sono disponibili per il download le immagini e le scritte da stampare (si raccomanda di stampare il file in formato A3 senza bordi):

 


Domenica 28 gennaio 2024, nella Chiesa parrocchiale san Vincenzo di Calcinato, durante la celebrazione eucaristica delle ore 17:30, i candidati al ruolo di guida riceveranno il mandato vescovile.

Le nuove guide sono:

  • Serena Agosti, alle comunità della Natività di Maria in Calcinatello, S. Vincenzo in Calcinato, Sacro Cuore di Gesù in Ponte San Marco;
  • Beatrice Butturini, alle comunità della Visitazione di Maria in Vestone, San Bartolomeo di Lavenone e Santi Stefano e San Giovanni Battista di Nozza;
  • Claudia Bonafede, alle comunità di S. Antonio Abate in Castelcovati, Sacro Cuore di Gesù e San Giorgio in Cizzago, Santi Faustino e Giovita in Comezzano;
  • Ilaria Gaibotti, alle comunità di S. Antonio Abate in Castelcovati, Sacro Cuore di Gesù e San Giorgio in Cizzago, Santi Faustino e Giovita in Comezzano;
  • Francesca Maffi, alla comunità di San Lorenzo in Zocco di Erbusco;
  • Sonia Treccani, alla comunità di Maria Immacolata in Nave;
  • Mattia Venturelli, alle comunità della Natività di Maria in Calcinatello, S. Vincenzo in Calcinato, Sacro Cuore di Gesù in Ponte San Marco.

Rinnova il proprio mandato:

  • Barbara Ferlinghetti, alla comunità dei Santi Emiliano e Tirso in Villa Carcina.

La Guida è la figura di riferimento dell’oratorio. È guida il curato dell’oratorio, ma, dove non vi sia, è indispensabile individuare una persona, presente e riconosciuta, che svolga questa funzione. La guida dell’oratorio è uomo o donna o famiglia che offra una sincera testimonianza di fede cristiana e, in accordo con il parroco, sarà il riferimento per le scelte operative dell’oratorio […]. È un incarico che deriva da un mandato esplicito della propria comunità parrocchiale, previa approvazione diocesana. La guida non sostituisce la responsabilità giuridica del parroco, ma diventa punto di riferimento operativo che lo affianca. È attenta ai suggerimenti, ai bisogni e all’accompagnamento delle persone presenti in oratorio, valorizzandone le capacità e promuovendo buone relazioni; coordina le azioni educative in un’ottica di integrazione di progetti e contributi; sostiene la comunità educativa nel servizio offerto […].

dal Cortile. Idee e scelte per l’oratorio bresciano, pag. 11

 

 

“Incontriamoci a casa mia”: è questo l’invito che il Vescovo Pierantonio Tremolada rivolge agli operatori e assistenti sanitari. Un invito alimentato dal desiderio di vivere l’esperienza della Lettura spirituale condivisa della Parola. Un invito che si rinnova per sabato 13 aprile 2024 e che pone al centro la guarigione della suocera di Pietro – e si mise a servirlo (Mt 8.15)

La proposta di sabato 13 aprile si pone nel solco della precedente: il primo incontro (25 novembre 2023) ha posto al centro la guarigione del servo del centurione e ha fatto perno attorno a quel “Verrò e lo guarirò” (Mt. 8, 7). A questo link è possibile rileggere la meditazione proposta dal Vescovo.

L’appuntamento per il secondo incontro è dunque per sabato 13 aprile 2024, nel Salone dei Vescovi della Curia Diocesana di Brescia (via Trieste, 13), dalle ore 9.00 alle ore 12.30.

Per ragioni organizzative, il Salone dei Vescovi verrà predisposto per accogliere i partecipanti attorno a tavoli di lettura e di ascolto spirituale della Parola, il numero massimo è di novanta persone. A tal fine è prevista l’iscrizione compilando il seguente modulo di iscrizione, entro il 2 aprile.

 

Giovedì 8 febbraio alle ore 10 in Cattedrale il Vescovo Pierantonio presiederà la celebrazione penitenziale per presbiteri, diaconi e religiosi.

La celebrazione sarà trasmessa in diretta presso l’Eremo di Bienno e presso il Convento dei frati a Barbarano di Salò per facilitare la partecipazione dei più lontani da Brescia.

“Abbiamo bisogno di soffermarci in preghiera per chiedere a Lui che torni ad affascinarci. Quanto bene ci fa lasciare che Egli torni a toccare la nostra esistenza e ci lanci a comunicare la sua nuova vita!

Papa Francesco, Evangelii Gaudium

Leggi la lettera di invito…

Le iscrizioni sono aperte dal 18 gennaio al 10 febbraio 2024. Per scegliere l’IRC si spunta la voce “Scelta di avvalersi dell’insegnamento della religione cattolica” tramite l’apposita sezione durante la procedura di iscrizione on-line alle classi prime di ogni ordine e grado, oppure mediante lo specifico modulo cartaceo (scheda B) per le sezioni della scuola dell’infanzia e per chi decide di avvalersi dell’IRC negli anni successivi al primo.