Archivi della categoria: News Società

L’Ortoc’è per le Famiglie

Sabato 25 giugno nel pomeriggio (dalle 16.00 alle 19.00) anche L’ORTOC’E’. Laboratorio di OrtoCulture (via San Polo, 90 – Brescia) si vestirà a festa per accogliere le famiglie nell’ambito del percorso diocesano verso la Giornata Mondiale delle Famiglie.

IN PROGRAMMA:

  • VISITE GUIDATE tra le “colle” dell’orto e RACCONTI DI FAMIGLIA
  • MUSICA DAL VIVO, chitarra e musica leggerissima
  • ATTIVITÀ PER GRANDI E BAMBINI, laboratorio di barchette di carta e attività Sotto le nuvole
  • MERENDA FAI DA.TE con torta di compleanno per il primo anno della Comunità Laudato Sì
  • OMBRA… per un pomeriggio in compagnia sotto grandi e maestosi alberi

Per informazioni: famiglia@diocesi.brescia.it, tel. 0303722232


Veglia flambeaux per la Famiglia

Sabato 28 maggio 2022 alle ore 21 a Concesio si terrà la Veglia flambeaux con le parole di S. Paolo VI sulla Famiglia. Partenza dalla Casa Natale di Paolo VI e arrivo nella chiesa Parrocchiale alle ore 22.

La Veglia, organizzata a ridosso della memoria liturgica di S. Paolo VI, fa parte del percorso diocesano di avvicinamento al X Incontro Mondiale delle Famiglie.


Impegno Sociale

Frutto dello Spirito è Pace

Proposta per prepararsi alla Pentecoste

#tuttoèconnesso e #siamotutticonnessi

L’ufficio per l’Impegno Sociale propone due testi che potrebbero essere inseriti nel bollettino parrocchiale e un testo per la riflessione sui frutti dello Spirito Santo e l’esame di coscienza personale sul frutto della pace.

“Siate lieti, tendete alla perfezione, fatevi coraggio a vicenda, abbiate gli stessi sentimenti, vivete in pace e il Dio dell’amore e della pace sarà con voi» (2Cor 13,11).

La domanda di pace è il “grido” che oggi avvertiamo più forte. Le encicliche Laudato sì e Fratelli Tutti ci invitano a scoprire i legami profondi che si intrecciano nella realtà e a scegliere di essere “artigiani di pace” lì dove siamo.

La pace, nella Bibbia, è un po’ la sintesi di ogni bene. La pace è la sensazione di essere a casa, di sentirsi familiari con l’ambiente in cui si vive.  Essere a casa con Dio, in Dio; essere a casa con gli altri e con se stessi.

La pace è un atteggiamento che definisce la casa, la famiglia, la parrocchia, la società, che fa superare le paure e le diffidenze reciproche.

È frutto dello Spirito da vivere!

Scarica i documenti:

Festa dei lavoratori alla Riva Acciaio

In occasione della Festa dei Lavoratori, domenica 1° maggio alle 16 il vescovo Pierantonio Tremolada presiederà la Santa Messa presso la Riva Acciaio a Malegno. La celebrazione sarà trasmessa in diretta su Teletutto (canale 16), Supertv (canale 96), Più Valli Tv (canale 86) e TeleBoario (canale 81) e in streaming sui canali social del settimanale diocesano. “La vera ricchezza sono le persone. Dal dramma delle … Continua a leggere »

Caritas Diocesana

5xmille a sostegno del Fondo Briciole Lucenti

La campagna di comunicazione relativa al 5xmille in favore di Fondazione Opera Caritas San Martino, braccio operativo di Caritas Diocesana di Brescia, continua anche per il 2022 con una novità.
L’invito “Facciamo in cinque per …” da quest’anno si declina in favore di un altro progetto di Mano Fraterna: il Fondo Briciole Lucenti.
Dopo l’attenzione al progetto Mano Fraterna – Sostegno all’occupazione (fra il 2017 e il 2021 la destinazione del 5xmille ha permesso di raccogliere la somma di € 38.757,76 – relativa alle dichiarazioni dei redditi dal 2015 al 2020), l’invito a sostenere il Fondo Briciole Lucenti nasce dalla necessità di assicurare un ulteriore sostegno a parrocchie/caritas nel contribuire al pagamento di piccole spese relative a casa, scuola, salute in favore di persone/famiglie in difficoltà.
Per scegliere di devolvere la quota del 5×1000 a Fondazione Opera Caritas San Martino in sede di dichiarazione dei redditi è necessaria una firma nella casella “Sostegno delle onlus iscritte all’anagrafe” e la specificazione del codice fiscale di Fondazione Opera Caritas San Martino ramo Onlus: 98090360177.


Caritas Diocesana

Mostra itinerante “Lo zafferano e il DNA della carità”

In occasione del decimo anniversario, la Commissione Parrocchiale Caritas della comunità di Travagliato realizza la mostra fotografica “Lo zafferano e il DNA della carità”. Oltre a segnare dieci anni di attività, l’iniziativa si colloca nel solco dei 50 anni di Caritas Italiana (1971-2021) e del percorso “50perTRE. Carità incipienti” di Caritas Diocesana di Brescia.

L’incipienza della carità – sempre sul punto di partenza, in stato di avanzamento e con buoni margini di miglioramento – nella mostra è resa prendendo come immagine guida un bellissimo fiore, lo zafferano. Nella vita espressa dal creato, e in particolare nel fiore dello zafferano, è possibile ritrovare i passaggi principali e necessari per una crescita armoniosa della carità nella comunità.

Le immagini fotografiche dello zafferano sono accompagnate da brevi testi relativi alla specificazione dell’identità e del mandato di Caritas e dalla declinazione della bellezza della carità.

La mostra si compone di 13 pannelli autoportanti, stampati fronte e retro (dimensioni 80 x 180): a sottolineatura del DNA di Caritas, immagini e parole (lato A) trovano fondamento nell’Inno alla carità (lato B) scritto seguendo appunto lo sviluppo della struttura a doppia elica del DNA.

La mostra è a disposizione delle parrocchie. Per info e prenotazioni: 030 3757746

Mostra 50xTRE presentazione

Mostra 50xTRE istruzioni

Famiglia

Pellegrinaggio di San Giuseppe 2022

Sabato 19 marzo è in programma il Pellegrinaggio di San Giuseppe.

La partenza è prevista alle ore 15 dalla chiesa parrocchiale di Urago Mella.

Il percorso toccherà le chiese di Santo Spirito, S. Antonio da Padova, S. Anna, S. Giacomo ed è particolarmente significativo per la presenza in passato di sacerdoti amanti della famiglia (Padre Marcolini, don Vender, Padre Bevilacqua; inoltre una via è dedicata a don Zuaboni, fondatore del Pro familia).

Il Pellegrinaggio sarà scandito dalle Parole di San Paolo VI sulla Famiglia e concluso, ovviamente, con la preghiera per la Pace del nostro Vescovo presso la parrocchia di San Giuseppe Lavoratore, nel Quartiere di Brescia dedicato alla Famiglia.

Per informazioni: famiglia@diocesi.brescia.it; tel. 030 3722232


Caritas Diocesana

Emergenza Ucraina

Appello per EMERGENZA UCRAINA

APPELLO PER L’ACCOGLIENZA

Il 28 febbraio la Chiesa bresciana rivolge un appello alle comunità affinché si rendano disponibili ad accogliere persone in fuga dalla guerra e in cerca di protezione.
Il 7 marzo presso il Centro Saveriano di Animazione Missionaria prende forma nella lingua dei segni l’accoglienza di 17 persone sordomute proventi dall’Ucraina. È questa la prima esperienza di accoglienza di profughi ucraini realizzata grazie a una cordata solidale a cui prendono parte, insieme a Caritas Diocesana e alla Cooperativa Kemay, i Missionari Saveriani, l’ENS (Ente nazionale sordi) di Brescia e il Comune di Brescia e che nel giro di pochi giorni catalizza la generosità di molti.
A dare loro il benvenuto da parte della Chiesa bresciana è presente anche il Vescovo Pierantonio Tremolada, che invita a continuare nella preghiera, lancia un appello ad “aprire le porte” e nel contempo riconosce la generosità operosa dei bresciani.
L’appello diventa così quello che ogni comunità operi per la pace mettendo a disposizione spazi, disponibilità, talenti e unisca le forze per realizzare esperienze di accoglienza diffusa, condividendo e organizzando in loco, con le amministrazioni comunali e le realtà del territorio, risposte creative, solidali e non estemporanee. Sono da considerare al riguardo le indicazioni date da ATS per l’assistenza sanitaria e dalla Questura per la dichiarazione di presenza/ospitalità. Per consulenza e informazioni al riguardo clicca qui.
Per segnalare la disponibilità di APPARTAMENTI AUTONOMI e STRUTTURE RICETTIVE, con gestione dell’accoglienza di profughi, in collaborazione con Caritas Diocesana e Cooperativa Kemay, da inserire nell’ambito del sistema Prefettizio CAS, vedi email/numero di telefono attivati ad hoc: emergenzaucraina@caritasbrescia.it – tel. 345 1446756.

RACCOLTA FONDI

“Caritas Italiana è infatti in costante collegamento con le Caritas in Ucraina, in coordinamento con Caritas Europa e Caritas Internationalis e resta accanto alla popolazione, confermandosi una presenza instancabile nell’emergenza, con una costante attenzione alle persone. Inoltre, a fianco e a supporto delle Caritas dei Paesi confinanti, si adopera per l’accoglienza delle persone in fuga dalla guerra. Si stima che nei prossimi giorni tra uno e cinque milioni di ucraini potrebbero cercare rifugio in Europa: l’intera rete delle Caritas diocesane su tutto il territorio nazionale sostiene le azioni necessarie per rispondere ai bisogni più urgenti della popolazione in sofferenza o in fuga e a contribuire all’accoglienza di quanti arriveranno in Italia” (CEI, 28 febbraio 2022).

Caritas diocesana di Brescia in cordata con la rete Caritas promuove una raccolta fondi

Causale: EMERGENZA UCRAINA

  • c/c postale n° 10510253 intestato a Caritas Bresciana
  • c/c bancario intestato a Diocesi di Brescia – Ufficio Caritas presso BPER BANCA, IBAN: IT 65 L 05387 11205 000042708650
  • c/c bancario intestato a Fondazione Opera Caritas San Martino – ramo Onlus presso Banca Intesa Sanpaolo, IBAN: IT 82 C 03069 09606 100000002695
    Effettuando il versamento tramite c/c bancario alla Fondazione Opera Caritas San Martino – ramo Onlus, l’importo sarà deducibile, per effetto dell’art. 1 D.L. 35 del 2005, dalla dichiarazione dei redditi. Se necessiti della certificazione delle tue offerte, ti invitiamo a contattarci (tel. 030 3757746 – email: caritas@caritasbrescia.it) per fornire i tuoi dati necessari per la suddetta certificazione (indirizzo e codice fiscale).

NESSUNA RACCOLTA BENI MATERIALI

Come Caritas diocesana di Brescia siamo stati contattati in merito a raccolte di generi di prima necessità e medicinali. Al riguardo facciamo riferimento alle indicazioni di Caritas Italiana che ribadisce che, “in coordinamento con Caritas Europa e Caritas Internationalis, non organizza alcuna raccolta ed invii di generi di prima necessità, né ha dato mandato ad altri di farlo”.

Caritas_Italiana_Dossier_Ucraina_28feb2022

 

Per ulteriori aggiornamenti, vedi www.caritasbrescia.it