Archivi

IL TUO AIUTO PER LE MISSIONI

OFFERTE A SOSTEGNO UFFICIO PER LE MISSIONI

A nome dei nostri missionari e delle nostre missionarie, vogliamo ringraziare per quanto abbiamo donato dalla nostra Diocesi nel 2023.

Quanto  donato è stato così distribuito:

€ 73.450,00 a favore delle missioni in Africa – € 22.450,00 per i progetti in America Latina

€ 21.000,00 a favore delle missioni in Europa – € 800,00 per i progetti in Asia

Ricordiamo che è possibile sostenere i nostri progetti missionari inviando le offerte dei singoli o delle comunità in questi modi:

1 – Con un bonifico bancario al seguente iban intestato a “Diocesi di Brescia – Ufficio per le Missioni” : IT02R0538711205000042708664, specificando nella causale del versamento:

– La destinazione dell’offerta (SE PRIVATO)

– Il nome del paese della parrocchia e la destinazione dell’offerta. (SE ENTE O PARROCCHIA)

2 – Utilizzando il conto corrente postale n° 389254 intestato a “Diocesi di Brescia, via Trieste 13, 25121 Brescia”; causale: offerta per le missioni.

Potete poi inviare la  contabile del versamento a missioni@diocesi.brescia.it.

3 – Utilizzando carta di credito attraverso la piattaforma in fondo alla pagina

 

LASCITI E DONAZIONI PER L’UFFICIO PER LE MISSIONI

Lasciti testamentari possono aiutare i nostri missionari a promuovere nei paesi più poveri progetti in ambito religioso/pastorale, sociale, sanitario e scolastico.

Queste le formule da utilizzare:

Se si tratta di un legato
a) di beni mobili “… lascio a titolo di legato per le opere missionarie la somma di € … [o titoli] alla Diocesi di Brescia, con sede a Brescia in via Triste 13, nella persona del Vescovo pro tempore.

b) di beni immobili “… lascio l’immobile sito in… alla Diocesi di Brescia, con sede a Brescia in via Triste 13, nella persona del Vescovo pro tempore, al fine di sostenere le opere missionarie”.

Se si tratta invece di destinare ogni sostanza alla Diocesi di Brescia per opere missionarie:

“Io sottoscritto…, nato a… il…, residente a… nel pieno possesso delle mie facoltà mentali così dispongo di tutti i miei beni per il tempo successivo alla mia morte. Revoco ogni disposizione testamentaria avessi fatto prima d’ora. Nomino mia unica erede universale la Diocesi di Brescia, nella persona del Vescovo pro tempore, e desidero che tutto [o in percentuale] il mio
patrimonio venga destinato ad opere missionarie. [luogo e data] [firma per esteso].

N.B. Il testamento deve essere scritto per intero dal testatore di propria mano.


Fino ai confini della terra – LabMissio 2024

Anche quest’ anno l’Ufficio per le Missioni, in collaborazione con le Ong “No one Out” e “Medicus Mundi”, propone una serata di testimonianze, musica e condivisione per aprire il nostro cuore al mondo. Metteremo in movimento la nostra passione per la missione aiutati dalla testimonianza dei giovani che in questo anno pastorale hanno vissuto il cammino di “Giovani in missione” sia nel percorso vissuto con l’ufficio e sia negli otto oratori che vivranno un’esperienza in missione. La disponibilità dei giovani alla partenza e alla condivisione di tre settimane estive in realtà missionarie diventa occasione per tutti noi di aprire il cuore al mondo.

L’appuntamento è per Sabato 25 Maggio alle ore 18.00 presso la Chiesa Parrocchiale “San Giacomo” a Ospitaletto, dove il Vescovo Pierantonio celebrerà la Messa con il mandato missionario; parteciperanno tutti i giovani in partenza insieme a coloro che li vogliono accompagnare delle loro famiglie, dei loro amici o delle loro comunità. A seguire, presso l’oratorio “San Giovanni Bosco” in piazza san Rocco 13 la possibilità di condividere la cena semplice per la quale è obbligatoria la prenotazione scrivendo a missioni@diocesi.brescia.it entro e non oltre Lunedi 20 Maggio 2024, indicando nome e cognome e numero delle persone; si riceveranno poi indicazioni per il pagamento.

Infine alle ore 20.45 presso il Teatro Agorà in piazza san Rocco 10 il Laboratorio Missionario accompagnati dal Coro Interculturale Elikya (in Lingala, lingua bantù del Congo, Elikya significa “speranza”). Il coro, composto da 40 elementi, coristi e musicisti di diverse nazionalità, ci aiuterà con una testimonianza musicale che ci aiuterà ad andare con i pensieri e con la nostra passione “fino ai confini della terra”.

Vi aspettiamo per accompagnare i nostri giovani verso le esperienze missionarie estive e per condividere la nostra passione missionaria per il mondo.

VAI ALLA FOTOGALLERY

 


Raccolta delle offerte della Quaresima 2024

É possibile consegnare le offerte per la Quaresima in due modi:

1 – Con un bonifico bancario al seguente iban intestato a “Diocesi di Brescia – Ufficio per le Missioni” : IT02R0538711205000042708664, specificando nella causale del versamento:

Quaresima 2024 – Parrocchia di XXXXXXXX  – Comune di XXXXXXXX

2 – Consegnare le offerte a Brescia in via Trieste 13b, presso l’Ufficio per le Missioni tutti giorni dalle ore 8.30 alle 12.30 e dalle 13.30 alle 16.00

 

Per ogni informazione è possibile  scrivere a missioni@diocesi.brescia.it o telefonare al numero 030.3722350

 

Ricordiamo che quanto raccolto andrà a favore dei progetti missionari che ci siamo impegnati a sostenere e che ci parlano di situazioni umane dove è forte la speranza di realizzare “un più di vita”.  I progetti di aiuto ci parlano di vita e ci portano in Brasile, Rep. del Congo, Uganda, Palestina e Burundi.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Veglia per i Missionari Martiri

Domenica 24 Marzo alle ore 20.30 nella Parrocchia di Quinzano d'Oglio

Il 24 marzo 2024 segna la trentaduesima Giornata dei Missionari Martiri. L’evento ha origine nella commemorazione di Sant’Oscar Romero, ucciso nella stessa data nel 1980. La sua figura continua, anno dopo anno, ad incarnare il simbolo della vicinanza agli ultimi e l’incessante dedizione alla causa del Vangelo. Il suo impegno accanto al popolo salvadoregno, in lotta contro un regime elitario indifferente alle condizioni dei più deboli e dei lavoratori, continua a parlare ai giovani e non solo, richiamando alla necessità di una vita cristiana attenta alla preghiera tanto quanto alla cura della sorella e del fratello. Questo giorno, scelto in coincidenza con l’uccisione dell’Arcivescovo di San Salvador, è un’occasione per riflettere sul significato dell’eredità che ha lasciato e per onorare quanti, come lui, hanno sacrificato la propria vita nel servizio.

Per questa edizione, abbiamo scelto il titolo “Un cuore che arde”, un riferimento al brano dei discepoli di Emmaus che ha guidato il nostro cammino durante il mese missionario. Richiama la forza della testimonianza dei martiri che, come Gesù attraverso la condivisione della Parola e il pane spezzato, con il loro sacrificio accendono una luce e riscaldano i cuori di intere comunità cristiane, ispirando una nuova conversione, dedizione al prossimo e al bene comune.

In occasione dalla Giornata Missionaria Mondiale, che abbiamo celebrato il 22 ottobre, anche papa Francesco ha incoraggiato le donne e gli uomini a servizio del vangelo riconoscendo che il loro impegno è già un atto di donazione della propria vita: “Esprimo la mia vicinanza in Cristo a tutti i missionari e le missionarie nel mondo, in particolare a coloro che attraversano un momento difficile: il Signore risorto, carissimi, è sempre con voi e vede la vostra generosità e i vostri sacrifici per la missione di evangelizzazione in luoghi lontani. Non tutti i giorni della vita sono pieni di sole, ma ricordiamoci sempre delle parole del Signore Gesù ai suoi amici prima della passione: «Nel mondo avete tribolazioni, ma abbiate coraggio: io ho vinto il mondo!» (Gv 16,33)”.

Durante questa Giornata, e nel corso di tutta la Quaresima, uniamoci nella preghiera per tutti i missionari, soprattutto per coloro che hanno perso la vita nel servizio, e nel digiuno, offrendo un contributo concreto, come l’equivalente di un pasto, per sostenere i progetti di assistenza e sviluppo rivolti a coloro che necessitano di un futuro più luminoso e dignitoso.

Oltre a ricordare tutti i missionari bresciani che hanno perso la vita mentre testimoniavano il Vangelo, quest’anno vogliamo fare memoria del 40° anniversario della morte di Don Giuseppe Corsini, di Quinzano d’Oglio, morto nel 1984 a causa di un’aggressione. Ricorderemo Don Giuseppe nella veglia di preghiera che verrà presieduta dal Vescovo Domenica 24 Marzo alle ore 20.30 presso la chiesa parrocchiale di Quinzano D’Oglio.

É possibile scaricare la locandina.

 


Schede di formazione per gruppi missionari parrocchiali e di unità pastorale

Ispiera è un sottile raggio di sole che, penetrando attraverso una fessura in un ambiente buio, lo illumina. Il termine compare nel Codice Riccardiano 1341 come traduzione di un passo del vangelo apocrifo dello Pseudo Matteo in cui si narra un gioco d’infanzia di Gesù che cavalca l’ispiera del sole.

Carissimi amici, amiche sorelle e fratelli nella fede, questo piccolo opuscolo intende condividere quanto, a nostro parere, il Secondo Festival della Missione, vissuto a Milano a cavallo tra i mesi di settembre e ottobre 2022, ha offerto alle diocesi Italiane. Un piccolo raggio di luce, insieme ai molti altri che risplendono nelle nostre comunità: un raggio di luce, in questo tempo difficile di sfide e cambiamenti, per aiutare le nostre comunità ad alzare gli occhi e vedere i campi che già biondeggiano per la mietitura (cfr. Gv 4,35).

L’opuscolo non tocca tutte le tematiche affrontate durante il festival e non intende neppure offrire riflessioni esaustive sui temi indicati. Si tratta di piste semplicemente accennate, concrete direzioni del Vivere per dono che il festival ha voluto indicarci. Ciascuno (singoli, comunità, gruppi, parrocchie) potrà continuare sia il cammino di riflessione che l’apertura delle nuove piste.

Questo testo è frutto della sinergia di diversi attori: uffici missionari della regione Lombardia, membri delle consulte diocesane, animatori missionari delle nostre comunità. Esce a firma della COMMISSIONE MISSIONARIA REGIONALE, a indicare una ufficialità che non vincola ma invita a prendere in considerazione e a confrontarsi. Insieme alle schede formative, ci auguriamo possa essere un ulteriore strumento per animare i gruppi e le commissioni missionarie della diocesi.

Per chi lo desidera è possibile ritirare gratuitamente presso l’Ufficio per le Missioni il libretto cartaceo delle schede di formazione.

É possibile scaricare il documento per la stampa,  le tre schede formative  oppure visualizzare il il sussidio dove trovare i contenuti audio e video utili ad approfondire le tematiche proposte.


Matrimoni di cattolici con cristiani valdesi, metodisti e battisti.

La Chiesa Cattolica Italiana nel 1997 ha firmato con la Chiesa Evangelica Valdese una intesa circa i matrimoni misti interconfessionali. Il documento è composto da due testi.

Il primo dei due testi che presentiamo, detto «Testo comune», nel suo contenuto non è che l’esplicitazione di quanto è affermato da parte cattolica nel motu proprio «Matrimonia Mixta» (1970), nel codice di diritto canonico (1983) e nel decreto generale sul matrimonio canonico (1990), e da parte valdese nel documento sul matrimonio del Sinodo 1971. E’ stata compiuta una lettura ecumenica della normativa esistente ed è stata proposta una coerente applicazione pastorale.

Il secondo documento, detto «Testo applicativo», trae origine dall’esigenza che il primo testo venga tradotto in indicazioni concrete, capaci di illuminare e sostenere l’azione pastorale delle comunità e le scelte degli sposi stessi.

Martedì 30 giugno 2009, nella sede della Conferenza Episcopale Italiana in Roma, il Presidente della Conferenza Episcopale Italiana, Card. Angelo Bagnasco, e la Presidente dell’Unione Cristiana Evangelica Battista d’Italia, Pastora Anna Maffei, hanno sottoscritto il Documento comune per un indirizzo pastorale dei matrimoni tra cattolici e battisti in Italia.

Scarica il documento: Matrimonio cattolici-battisti

Scarica il documento: Matrimonio cattolici-valdesi-metodisti

 

Proiezione di “Io Capitano” e testimonianza

Locandina della serata

Nella serata Giovedì 18 Gennaio 2024 alle ore 20.30 presso il Cinema Teatro Lolek di Rezzato, l’Ufficio per i Migranti della Diocesi di Brescia, nel cammino che la Diocesi ha intrapreso Verso una Pastorale Migratoria Interculturale, ha organizzato, insieme ai Giovedì della Missione, la Cooperativa Kemay e Acec Brescia, la proiezione del film “Io Capitano” del regista Matteo Garrone.

La visione del film sarà introdotta dalla testimonianza di un richiedente asilo che racconterà l’esperienza dal suo arrivo sulle coste italiane fino all’accoglienza in Brescia.

Io Capitano narra l’odissea contemporanea in cui due giovani senegalesi, Seydou e Moussa, lasciano Dakar per raggiungere l’Europa, attraverso le insidie del deserto, gli orrori dei centri di detenzione in Libia e i pericoli del mare.

Il film di Garrone è stato premiato al Festival di Venezia, ha ottenuto una candidatura al Golden Globes, ha ottenuto due candidature agli European Film Awards. In Italia, al box office Io Capitano ha incassato 4,4 milioni di euro.

Il costo del biglietto, agevolato per la serata, è di 5€ a persona


Torna anche quest’anno il Corso per l’Ecumenismo, giunto alla sua 17° edizione.

Un appuntamento rivolto a laici, sacerdoti, religiosi e religiose, membri dei consigli pastorali delle nostre comunità e insegnanti di religione, che desidera offrire una occasione di formazione e di conoscenza del mondo cristiano con una attenzione ecumenica. Quest’anno sarà il mondo dell’Ortodossia al centro della riflessione, in un tempo in cui, a causa del conflitto in corso, ha portato all’attenzione di molti il vissuto e la storia della chiesa Ortodossa nell’est Europa. Il corso permette di approfondire la storia in cui la tradizione bizantina è cresciuta, soprattutto in relazione anche al rapporto con le autorità civili. Molte situazioni dei nostri giorni trovano la loro spiegazione nella storia vissuta e nelle tradizioni cristiane di altre chiese.

In un tempo in cui l’orizzonte dell’Intercultura è sempre più importante anche per le nostre comunità e in un tempo in cui sul nostro territorio sono presenti molti fratelli e sorelle cristiani ortodossi e cristiani cattolici di rito bizantino, è sempre più importante anche per noi conoscere per saper capire e valorizzare queste loro presenze.

Il termine delle iscrizioni è il 19 Febbraio 2024, telefonando al numero 0303722350 o scrivendo a ecumenismo@diocesi.brescia.it

Ascolta l’intervista a don Claudio zanardini: